Nel mondo, un miliardo di persone sono fumatori, con l’80% di essi che risiede in Paesi a basso e medio reddito. Le politiche di controllo del tabacco in queste aree sono ancora inadeguate, e il fumo rimane una delle principali cause di morte a livello globale. È fondamentale incoraggiare gli individui a smettere di fumare, ma molti fumatori incontrano difficoltà nell’abbandono definitivo dell’abitudine. La ricerca sulla riduzione del danno da fumo sta offrendo nuove prospettive, aprendo la strada a soluzioni per i fumatori che desiderano ridurre i danni causati dal tabacco.

 

Il CoEHAR e la ricerca nella riduzione del danno da fumo

Il CoEHAR (Centro per l’Eccellenza nello Studio delle Malattie Respiratorie) si è distinto per la sua ricerca nel campo della riduzione del danno da fumo. Con oltre 100 ricercatori provenienti da 15 paesi diversi e oltre 130 pubblicazioni scientifiche, il CoEHAR ha reso Catania una capitale mondiale della ricerca antifumo. La scienza svolge un ruolo fondamentale nel cambiamento della storia del tabacco.

 

Catania: Capitale mondiale della ricerca antifumo e la conferenza del CoEHAR

Il CoEHAR organizza annualmente una conferenza nazionale sulla riduzione del danno per discutere i risultati della ricerca antifumo. L’evento, che si terrà il 31 maggio presso l’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Università di Catania, riunirà scienziati di fama internazionale. La conferenza rappresenta un’importante opportunità per mettere al centro del dibattito scientifico le ricerche sulla riduzione del danno da fumo e condividere standard e principi di ricerca. Il direttore del CoEHAR, il professor Giovanni Li Volti, sottolinea l’importanza di questa conferenza nel promuovere il dibattito scientifico e accademico sul tema.

 

Obiettivi della conferenza: Confronto e condivisione delle ricerche sulla riduzione del danno da fumo

La conferenza mira a confrontare e condividere le ricerche più recenti nel campo della riduzione del danno da fumo. Gli scienziati presenti discuteranno dati e studi significativi per creare un documento unico, da inviare al ministero della Salute per proporre nuove politiche di sanità pubblica. Questo dibattito scientifico è fondamentale per individuare strategie e soluzioni efficaci per ridurre i danni causati dal fumo e migliorare la salute delle persone.

 

Coinvolgimento degli studenti di medicina e formazione gratuita sulla cessazione del fumo

La conferenza non si rivolge solo agli esperti, ma coinvolge anche gli studenti di medicina dell’Università di Catania. Questo offre loro un’opportunità unica di apprendere dalle menti più brillanti nel campo della ricerca antifumo e sviluppare una maggiore consapevolezza sulla riduzione del danno da fumo. Inoltre, in collaborazione con la LIAF (Lega Italiana Anti Fumo), i primi 50 iscritti alla conferenza potranno partecipare gratuitamente a un corso FAD (Formazione a Distanza) sulla cessazione del fumo, ottenendo crediti ECM (Educazione Continua in Medicina) per gli operatori sanitari.

 

Il sostegno delle istituzioni e la presenza di esperti di spicco

Alla conferenza parteciperanno medici, esperti di malattie correlate al fumo, rappresentanti delle istituzioni e importanti figure nel campo della ricerca antifumo. Oltre ai vertici dell’Università di Catania, saranno presenti anche Mariolina Castellone, vicepresidente del Senato della Repubblica, Giovanna Volo, assessore alla Salute della Regione Siciliana, e Francesco Ciancitto, deputato nazionale membro della commissione parlamentare per gli affari sociali e sanità. Tra i relatori di spicco figurano Maria Luisa Brandi, Fabio Beatrice, Emmanuele A. Jannini, Ketty Vaccaro, Nick Crofts, Roberto Sussman e Carla Bruschelli.

 

La conferenza come opportunità per influenzare le politiche di sanità pubblica

La conferenza del CoEHAR rappresenta un’importante opportunità per influenzare le politiche di sanità pubblica relative al tabacco. Il documento redatto al termine dell’evento verrà inviato al ministero della Salute per proporre nuove politiche e strategie per ridurre i danni causati dal fumo. Grazie alla collaborazione tra esperti, istituzioni, professionisti della salute e studenti, si spera di ottenere un impatto significativo nella lotta contro il tabacco e di migliorare la salute delle persone.

 

Conclusione

La ricerca nella riduzione del danno da fumo sta cambiando la storia del tabacco. Attraverso la conferenza annuale del CoEHAR, vengono evidenziate le ricerche più recenti e condivise le conoscenze con esperti internazionali, istituzioni, studenti e professionisti della salute. Questo evento offre un’opportunità unica per promuovere il dibattito scientifico, influenzare le politiche di sanità pubblica e migliorare la vita di milioni di fumatori in tutto il mondo. Grazie alla sua leadership nella ricerca antifumo, Catania si conferma come punto di riferimento globale per il progresso nella lotta contro il tabacco.

Leave a Comment

Top Selling Multipurpose WP Theme

Newsletter

Subscribe my Newsletter for new blog posts, tips & new photos. Let's stay updated!

Dal 2012, ci dedichiamo alla consulenza e alla gestione di prodotti per il settore dello svapo. Siamo orgogliosi di aver aiutato il 70% dei nostri clienti a smettere di fumare grazie ai nostri consigli personalizzati. La soddisfazione dei nostri clienti è la nostra priorità e ci spinge a fornire un servizio di alta qualità.

Copyright © Svapobat Barletta 2012